Header della pagina
Corpo della pagina
Stadio e aeroporto, chiesta archiviazione. Lo sfogo di Piscedda
 
Articolo esploso
Stadio-SantElia1
di redazione.

Il sindaco di Elmas parla della richiesta di archiviazione per la sua posizione nell’inchiesta sulle aree in cui sarebbe dovuto sorgere lo stadio del Cagliari.

“Un dubbio: perché Enac e Sogaer mi hanno denunciato sul piano penale, pur trattandosi di atti amministrativi?” E poi tanti dispiaceri: indagini lunghe, “strane coincidenze sulla data dell’avviso di garanzia”, errori nelle accuse e gli attacchi ricevuti “sulla mia persona e sul politico”.

Il sindaco di Elmas, Valter Piscedda, su Facebook  dopo aver ricevuto dai suoi avvocati la conferma della richiesta di archiviazione, avanzata dal pm, della sua posizione nell’inchiesta sulle aree in cui sarebbe dovuto sorgere lo stadio del Cagliari. Una vicenda, ricorda il primo cittadino eletto consigliere regionale nel Pd nelle recentissime elezioni (il più votato del suo partito nella circoscrizione di Cagliari), che aveva rischiato di vederlo tagliato fuori proprio dalla tornata elettorale (“Il Pd ha valutato seriamente l’ipotesi di non accettare la mia candidatura alle regionali”) e che ha provato molto “me e la mia famiglia”.

Piscedda precisa subito: “Per me, la notizia, certamente positiva, non costituisce affatto una sorpresa. Non ho fatto nulla di penalmente rilevante, per cui non poteva che finire così”. Il sindaco di Elmas ricorda di essere stato denunciato dall’Enac e dalla Sogaer per gli atti che il consiglio comunale ha deliberato in merito al piano urbanistico comunale. Compreso il passaggio che rendeva possibile la costruzione dello stadio a Elmas. Prima che la storia finisca del tutto Piscedda deve attendere che il gip accetti la richiesta di archiviazione avanzata dal pm. “Una storia, lo ripeto, non ancora finita, ma che per me è già archiviata. Una storia che ha molto provato me, mia moglie, le nostre famiglie e i nostri veri amici, che non finirò mai di ringraziare per non avermi mai fatto mancare la fiducia ed il sostegno. Ora attendo che il gip si pronunci, per capire se anche lui metterà fine a questa storia. Attendo, ancora una volta, serenamente e senza commenti”

 

Partecipa